top of page

EK Service: come guadagnare su Instagram - 10 metodi efficaci


sito web quanto costa, siti web gratis, ek service
marketing

Non limitarti a passare il tempo su Instagram: trasformalo in una fonte reddito passivo. Che si tratti di vendere merci o di diventare un influencer, esistono molti metodi per guadagnare su Instagram.


Questa guida ti spiega non solo come guadagnare su Instagram, ma anche come accrescere notevolmente la tua presenza come imprenditore o imprenditrice digitale. Abbiamo quindi selezionato 10 modi per guadagnare su Instagram per illustrarti le opportunità che hai a disposizione.


Per rafforzare la tua strategia di marketing al di fuori della piattaforma Instagram, devi creare un sito web e linkarlo nella tua bio per favorire le opportunità legate all’eCommerce, agli influencer, al traffico e altro ancora.


Puoi guadagnare su Instagram?


Certo che puoi guadagnare su Instagram! Secondo Il Giorno, che spiega anche la differenza tra nano, micro, mid-tier, macro e mega influencer, i guadagni partono dai 50 € per post per i nano influencer con uno scarso numero di follower fino a migliaia di euro (da cinquemila a quindicimila) per post nel caso dei mega influencer. Nel 2021, Mark Zuckerberg, CEO di Meta (società madre di Facebook e Instagram) ha dichiarato: “Per aiutare più creator a guadagnarsi da vivere sulle nostre piattaforme, gli eventi online a pagamento, gli abbonamenti dei fan, i badge e i nostri prossimi prodotti di notizie indipendenti saranno offerti gratuitamente ai creator fino al 2023”.


Meta vuole anche aiutare gli influencer a capire meglio come vengono pagati dalla piattaforma e ha lanciato la funzione Meta Pay, che permette agli utenti di capire quale sarà il loro guadagno netto, i rimborsi e le spese per gli acquisti in-app.


Differenze tra come guadagnare su Instagram e YouTube


Ci sono alcune differenze fondamentali tra il modo in cui si può guadagnare su Instagram e YouTube. Quella principale è che YouTube paga i suoi creator con le entrate pubblicitarie. I creator possono anche mostrare gli annunci nei loro video per guadagnare una quota percentuale sulle entrate derivanti da tali annunci integrati. I creator di YouTube possono inoltre guadagnare tramite sponsorizzazioni, anche da parte di brand e aziende, o dalla vendita di prodotti propri o di altri brand. Per saperne di più, leggi il nostro articolo su come diventare famosi su YouTube.


Instagram invece non applica questo modello di condivisione dei proventi pubblicitari. Su Instagram si guadagna con i post sponsorizzati, gli shoutout, i link di affiliazione, la vendita di prodotti, Instagram Reels e Instagram Live.


Quanti follower devi avere per guadagnare su Instagram?


Nella maggior parte dei casi, il guadagno su Instagram dipende dal numero di follower che si hanno. Per esempio, per iniziare a guadagnare con Brand Collabs Manager su Facebook avrai bisogno di almeno 1000 follower. Se però vuoi aprire un negozio Instagram, il numero di follower è meno critico per il potenziale di guadagno.


Un secondo fattore per guadagnare su Instagram è il social engagement, ovvero le interazioni o il coinvolgimento sui social. Per calcolare il tuo tasso di engagement, prendi il numero di like e commenti per post e dividilo per il tuo numero di follower. L’ideale sarebbe avere un tasso di engagement del 3% per attirare brand e quindi sponsorizzazioni. Le aziende preferiscono avere un pubblico che interagisce molto piuttosto che un pubblico grande ma poco o affatto attivo, quindi dai la priorità alla creazione di una community attiva. Interagire con il tuo pubblico e pubblicare contenuti di alta qualità sono la chiave per far crescere i tuoi follower su Instagram nel tempo.


È necessario ricorrere a modi diversi per guadagnare su Instagram a seconda del numero di follower che si hanno? Non necessariamente. I modi principali per guadagnare su Instagram, come i post sponsorizzati e gli shoutout, sono gli stessi indipendentemente dal numero di follower. Tuttavia, quanto più alto è il numero di follower, tanto più i brand saranno disposti a collaborare con te e a pagare di più. Lo stesso accade anche nel caso di un pubblico piccolo, ma di nicchia per un brand o un prodotto specifico e con un elevato tasso di engagement.


Certo, gli influencer con milioni di follower possono guadagnare di più per ogni post sponsorizzato su Instagram. Sembra che Cristiano Ronaldo guadagni da 1,46 milioni di euro a post, ma questo tipo di guadagni su Instagram tendono a essere ottenuti da celebrità di alto profilo con milioni di follower sia online che offline. I guadagni medi dei post sono molto più bassi.


Come guadagnare su Instagram

  1. Collabora con un brand creando post sponsorizzati

  2. Ricevi compensi da Instagram per la creazione di contenuti

  3. Apri un negozio Instagram

  4. Diventa un marketer affiliato

  5. Porta traffico sul tuo sito web

  6. Offri servizi di marketing su Instagram

  7. Vendi foto, illustrazioni o file digitali

  8. Offri contenuti esclusivi

  9. Vendi prodotti in dropshipping

  10. Crea un feature account su Instagram

1. Collabora con un brand creando post sponsorizzati


Uno dei modi migliori per guadagnare su Instagram è diventare un influencer. Come detto sopra, basta essere un micro influencer o un nano influencer per iniziare a guadagnare. Come influencer di questo tipo, riceverai regali o denaro in cambio della creazione e della condivisione di contenuti coinvolgenti su un brand o un’azienda. Tali contenuti possono assumere la forma di post sponsorizzati o di shoutout, in cui si pubblicizza positivamente un brand o un prodotto sul proprio account Instagram con una storia o un post. Anche i reel possono essere utilizzati per promuovere contenuti sponsorizzati o includere link al proprio sito web e ai propri servizi.


Le iniziative promozionali su Instagram sono efficaci per le aziende grazie alla natura altamente visiva dei contenuti della piattaforma. Guadagnare su Instagram significa sfruttare questo impatto visivo per ottenere il massimo, raggiungendo centinaia o anche migliaia di potenziali clienti.


In genere si viene pagati per post e il prezzo viene stabilito in base al numero di follower e al tasso di engagement. Secondo un articolo di RDS, in Italia i nano influencers con 5-10 mila follower, guadagnano da 100 a 300 euro per post e da 50 a 100 euro per storia; i micro influencer, con 10-50 mila follower arrivano a guadagnare da 300 a 850 euro per post e da 100 a 250 euro per storia. Dai uno sguardo alla tabella pubblicata su Wired che illustra i compensi degli influcencer su Facebook, Instagram, TikTok e YouTube in Italia, in base al numero di follower.


Per trovare brand con cui collaborare, puoi iscriverti a varie piattaforme di marketing per influencer, taggare i brand che ti piacciono o inviargli direttamente il tuo influencer media kit. Il media kit è una vetrina digitale che mostra il tuo lavoro, i dati demografici del tuo pubblico, il numero di follower, i tassi di engagement e la tua proposta di valore unica. Puoi creare un media kit utilizzando un template per siti web di portfolio o creare un PDF con Canva o Etsy.


2. Ricevi compensi da Instagram per la creazione di contenuti


Facebook ha annunciato che entro la fine del 2022 intende investire oltre 1 miliardo di dollari in programmi che consentano ai creator di guadagnare per i contenuti creati sulla piattaforma. Uno di questi programmi è il Creator Fund, che consente di monetizzare i propri contenuti tramite i badge su Instagram Live e i bonus.


Badge per le dirette Instagram


Essere un creator su Instagram non significa solo pubblicare contenuti, ma anche instaurare un rapporto con i tuoi follower. Dovresti puntare sulla creazione di un account Instagram Business per conquistare la fiducia dei follower, instaurare un legame solido con loro e offrirgli i contenuti che desiderano per massimizzare i tuoi guadagni.


Instagram pensava proprio a questo quando ha creato la funzione Badge, che consente ai fan di offrire sostegno ai loro creator preferiti. Si tratta di una sorta di “suggerimento” digitale a forma di cuore che gli utenti possono inviare ai creator durante una diretta. I badge possono essere acquistati in pacchetti dal prezzo compreso tra 0,99 e 4,99 $.


Per aggiungere questa funzione al tuo account, vai su “Profilo”, tocca “Dashboard per professionisti” e poi “Configura i badge”. Completata la configurazione, i badge saranno automaticamente attivi durante le dirette. Per vedere il numero totale dei badge ricevuti, dopo il termine della diretta, naviga alla sezione “Badge” nella dashboard per professionisti.


Bonus

Proprio come suggerisce il nome, i bonus sono premi in denaro offerti ai creator che sfruttano con successo i badge nell’ambito di Instagram Live e Reels. Una volta raggiunti determinati traguardi in termini di dirette e reel, i creator potranno riscuotere una ricompensa grazie ai programmi di bonus offerti da Meta. Considera però che i programmi di bonus sono attualmente disponibili solo su invito, quindi tieniti informato per non perdere le novità sull’idoneità.


3. Apri un negozio Instagram


Gestire un negozio su Instagram è molto simile a gestire un negozio online, ma tutto si svolge tramite un’app. Lo slogan di Instagram “pubblica, tagga, vendi” (in inglese “post, tag, sell”) parla da sé. Dopo aver creato il tuo negozio, ti basterà caricare le immagini dei prodotti, scrivere le descrizioni e aggiungere i prezzi. Gli utenti potranno quindi scoprire i tuoi articoli e acquistarli senza dover uscire da Instagram.


Dai uno sguardo al negozio Instagram delle eleganti stampe d’arte di Wix Palm & Wild. Vendendo anche al di fuori del sito web, il brand raggiunge nuovi utenti e guadagna su Instagram. Inoltre, la biografia di Instagram mostra l’URL del sito web, palmandwild.com, che porta traffico sul sito del brand e consente ai potenziali clienti di scoprire gli altri prodotti offerti e porta traffico sul sito del brand.


Per creare un negozio su Instagram, segui questi cinque passaggi:

  • Passa a un account Instagram Business

  • Collega la tua pagina Facebook

  • Carica un catalogo di prodotti

  • Completa la revisione del tuo account

  • Attiva la modalità Shopping


4. Diventa un marketer affiliato


A differenza di un influencer che viene pagato per post, un affiliato viene pagato su commissione. Di solito, il tasso medio di commissione per gli affiliati è compreso tra il 10% e il 30%. Il più delle volte le vendite vengono tracciate con un codice promozionale unico o un link UTM. Su Instagram, i programmi di affiliazione sono spesso conosciuti con il nome di “Brand Ambassador”. Per diventare “ambassador”, si può fare domanda sul sito web di un’azienda o essere contattati direttamente dal brand.


Il numero di follower non è un fattore decisivo per i brand che desiderano reclutare affiliati. Vogliono piuttosto verificare che tu sia una persona adatta e in sintonia con il loro pubblico.


Innanzitutto, sappi che puoi aggiungere i link ai prodotti sull’app solo nella tua bio di Instagram o nelle storie (se hai più di 10 mila follower). Per ovviare a questi limiti, potresti anche prendere in considerazione l’idea di creare un blog, scrivendo post ottimizzati per la SEO e con link tracciabili. Per approfondire l’argomento leggi la nostra guida completa su come aprire un blog di successo e il nostro articolo su come guadagnare con un blog.


5. Porta traffico sul tuo sito web


Secondo le ultime statistiche dell’Osservatorio Nazionale Influencer Marketing, sembrerebbe che un italiano su quattro scopra nuovi brand e prodotti tramite gli annunci sui social. Ciò significa che più persone vedono il tuo brand su Instagram, maggiori sono le possibilità che facciano acquisti sul tuo sito web. Per aiutarti a guadagnare di più online, puoi usare Instagram indirettamente per portare traffico verso il tuo sito web. Grazie ai visitatori del tuo profilo Instagram, puoi incrementare le vendite, far crescere la tua lista di contatti per l’email marketing, ed espandere la tua community di clienti fedeli. Crea campagne di email marketing professionali che coinvolgano il tuo pubblico e portino il traffico verso il tuo sito. Leggi il nostro articolo che spiega chiaramente cos'è l’email marketing per saperne di più sull’argomento.


6. Offri servizi di marketing su Instagram

Hai esperienza di marketing o nella creazione di didascalie e contenuti su Instagram? Se sì, probabilmente hai tutte le carte in regola per essere ingaggiato come digital strategist freelance su Instagram. Come digital strategist puoi offrire consulenze ad altre aziende per migliorare le loro strategie di marketing digitale. Secondo le statistiche di LinkedIn, in Italia lo stipendio annuale medio di un digital strategist è superiore a €41 mila euro, partendo da uno stipendio base di 32 mila euro fino ad arrivare a 52 mila euro annui.


Ottieni un maggior numero di clienti come freelance e promuovi i tuoi servizi nella tua bio di Instagram. In più, valuta l’idea di aggiungere un software di prenotazione online al tuo sito per consentire alle persone di prenotare i servizi mentre lo visitano.


7. Vendi foto, illustrazioni o file digitali


Instagram è incentrato sulle immagini offrendo a designer, fotografi e professionisti della creatività l’opportunità di mettere a frutto il proprio talento. Con questa piattaforma si possono vendere foto ad aziende, cosa molto comune nel settore dei viaggi, o anche contenuti, come stampe e illustrazioni. Inoltre, se hai un sito di fotografia o un portfolio online, puoi usare Instagram come una “vetrina” per esporre il tuo lavoro e acquisire più clienti.


8. Offri contenuti esclusivi


Gli esseri umani sono curiosi per natura, ecco perché le piattaforme di corsi online come Coursera, Masterclass e Udacity hanno acquisito un’ampia base di clienti. Se stai pensando di creare un corso online, Instagram offre un’ottima opportunità per promuoverlo e guadagnare con ogni iscrizione.


Il costo di un corso singolo in media parte da circa 100 €, mentre corsi più lunghi e intensi possono arrivare a costare fino a migliaia di euro. Ma i guadagni non devono necessariamente limitarsi solo ai corsi: guide scaricabili, ebook, whitepaper e template sono altri modi redditizi per guadagnare su Instagram.


9. Vendi prodotti in dropshipping


Quando apri un’attività, l’inventario spesso rappresenta un ostacolo logistico e finanziario. Tuttavia, grazie al modello di business del dropshipping, è possibile gestire un negozio senza dover gestire un inventario.


Avviando un’attività di dropshipping, puoi scegliere tra migliaia di prodotti di fornitori diversi, come magliette, libri, tazze e cuscini. Non dovrai più preoccuparti dei problemi dell’adempimento e della spedizione degli ordini, e potrai fissare i tuoi prezzi per massimizzare i profitti. Quando è tutto pronto per promuovere la tua attività di dropshipping, crea una pagina Instagram dedicata per mostrare i tuoi prodotti, pubblicizzare il tuo sito e incentivare le vendite. Leggi il nostro articolo che spiega in dettaglio cos’è il dropshipping, come funziona e come usarlo per far crescere il tuo business.


10. Crea un feature account su Instagram


I feature account di Instagram fungono da centro per presentare le foto di diversi creator appartenenti a una stessa nicchia. Per esempio, una pagina dedicata ai viaggi mostra le immagini di diversi blogger di viaggi famosi e li tagga per riconoscerne il merito.


Ma è davvero possibile guadagnare su Instagram con questo tipo di pagine? Quando il tuo account avrà raggiunto una dimensione adeguata, potrai offrire spazi a pagamento agli utenti che desiderano apparire sul feed del tuo account o sulle tue storie Instagram.


Sono in molti a essere disposti a investire somme considerevoli di denaro per avere uno spazio in primo piano e un’esposizione di questo tipo. In media, i prezzi degli spazi a pagamento possono variare da 15 a 30 euro per post. Altri hub Instagram gestiscono i follower loop e i gruppi di engagement che operano su base “like for like” e offrono iscrizioni VIP a pagamento per 20-30 euro al mese.


Sebbene questo metodo di guadagno non richieda l’acquisto o la vendita di prodotti fisici, è necessario investire parecchio tempo per interagire con gli account, inviare messaggi ai potenziali clienti e conquistare continuamente nuovi follower.


Consigli per avere successo su Instagram


  • Scegli una nicchia di mercato: seleziona una nicchia su cui concentrarti e diventa un esperto. Sarà molto più facile acquisire follower e collaborare con i brand se hai ben chiara la tua nicchia di mercato fin dall’inizio. Per esempio, essere un influencer di gastronomia potrebbe essere troppo generico. Un esempio di nicchia è la cucina vegana o senza glutine. Specializzarsi su un argomento ti farà distinguere dalla concorrenza e ti renderà particolarmente interessante per i brand del settore

  • Interagisci regolarmente con il pubblico: crea una solida community mettendo spesso “Mi piace”, commentando, inviando messaggi e condividendo i contenuti degli altri. Non basta scattare una bella foto e premere “Pubblica”. Piuttosto, metti le persone in condizione di conoscerti e di vederti come una persona reale che è interessata anche ai contenuti degli altri. Lo storytelling è una parte essenziale per garantire l’engagement su tutte le piattaforme social e Instagram non fa eccezione. Affina le tue capacità di storytelling in tutti i tuoi contenuti. Vedrai che farà la differenza!

  • Aggiungi tag: utilizza hashtag, geotag e tagga i brand nei tuoi post e nei contenuti brandizzati. Questo ti aiuterà drasticamente a farti scoprire da nuovi follower e forse anche a stringere nuovi accordi con i brand

  • Usa un approccio multicanale: è importante essere attivi su altri canali come YouTube e TikTok. Apri un blog e una newsletter, e opta per una promozione incrociata (dall’inglese “cross-promotion”) dei tuoi account. Ciò ti aiuterà ad attirare persone rilevanti da tutti i punti di vista e a fargli conoscere nuove piattaforme pertenersi al passo con i tuoi contenuti. Allarga il tuo raggio d’azione ad altre piattaforme che generano entrate, come Patreon. Se sei un o una musicista, puoi usare Instagram per promuovere la tua musica e persino includere link che consentono ai tuoi fan di scaricarla a pagamento. Con Patreon puoi aumentare il potenziale di monetizzazione offrendo filmati dietro le quinte o l’accesso prioritario a musica nuova o inedita

  • Agisci all’insegna di proattività e resilienza: a prescindere dal metodo adottato, devi agire in modo deciso quando contatti i brand in merito a nuovi accordi di partnership. Candidati a diversi programmi per diventare ambassador e collabora spesso con altri ambassador (all’inizio magari anche gratuitamente). Quando inizi a impegnarti per guadagnare su Instagram, ricorda le parole di Robin Sharma: “il fallimento non è altro che non avere il coraggio di provarci”

Come promuovere la tua attività per guadagnare su Instagram


Come per qualsiasi altra attività imprenditoriale, devi assicurarti che la strategia di marketing che adotti su Instagram sia efficace per attrarre traffico sul tuo account e massimizzare le possibilità di guadagno. Valuta la possibilità di ricorrere alla pubblicità a pagamento, un modo molto diffuso per raggiungere i potenziali clienti sui social e una componente fondamentale di tutte le strategie di marketing digitale. Scopri di più su come creare una solida strategia di social media marketing per il tuo business.


Instagram è la piattaforma ideale per costruire la tua community, con la quale interagire regolarmente e direttamente. Potrebbe volerci parecchio tempo e impegno, ma avere follower affezionati è fondamentale per guadagnare su Instagram.


Potresti anche pensare a un modo per creare contenuti virali condivisi da migliaia di persone per allargare la tua presenza e far crescere la tua community. Dai meme divertenti ai video virali e altri tipi di contenuti, pensa in grande per raggiungere un pubblico più vasto.


sito web quanto costa, siti web gratis, ek service

sito web quanto costa, siti web gratis, ek service


17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires

Noté 0 étoile sur 5.
Pas encore de note

Ajouter une note
bottom of page